L’opera “GAMES_13” è una riflessione sugli equilibri.

Tre elementi si allungano e prendono una forma morbida e fluente, come il movimento di una palla durante il gioco. Le curve danno una tridimensionalità plastica e serpeggiante mentre l’ultimo elemento diventa una gamba e si eleva verso l’alto. La palla è in cima, al culmine della scultura.

Il 13 è il numero della maglietta di Davide Astori. La maglia numero 13 aveva un significato particolare per Astori. Era la maglia di Alessandro Nesta (campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006), un idolo per Davide a cui legare i suoi sogni da ragazzo.

Così, se è vero che la vita è un gioco e la palla è l’equilibro perfetto da inseguire, i sogni sono quella spinta incantevole per continuare a giocare.

premio prisco 2018 - ester crocetta - games_13 davide astori

The work “GAMES_13” is a reflection about balance.

Three elements elongate and take on a soft and flowing form, like the movement of a ball during play. The curves give a plastic and winding three-dimensionality whilst the last element becomes a leg which extends vertically upwards. The ball is at the top of the sculpture.

13 is the number worn by Davide Astori. Shirt number 13 had a particular significance for Astori. It belonged to Alessandro Nesta (world champion with the Italian national team in 2006) – the idol who inspired Davide’s childhood dreams.

Therefore, if it is true that life is a game and that a ball represents perfect balance worth pursuing, dreams provide an enchanting type of inspiration which drives us to continue playing.