L’opera “GAMES_13” è una riflessione sugli equilibri.

Tre elementi si allungano e prendono una forma morbida e fluente, come il movimento di una palla durante il gioco. Le curve danno una tridimensionalità plastica e serpeggiante mentre l’ultimo elemento diventa una gamba e si eleva verso l’alto. La palla è in cima, al culmine della scultura.

Il 13 è il numero della maglietta di Davide Astori. La maglia numero 13 aveva un significato particolare per Astori. Era la maglia di Alessandro Nesta (campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006), un idolo per Davide a cui legare i suoi sogni da ragazzo.

Così, se è vero che la vita è un gioco e la palla è l’equilibro perfetto da inseguire, i sogni sono quella spinta incantevole per continuare a giocare.

premio prisco 2018 - ester crocetta - games_13 davide astori