premio prisco 2018 - ester crocetta - games_13 davide astori

25.08.2018 – GAMES_13

L’opera “GAMES_13” è una riflessione sugli equilibri. Tre elementi si allungano e prendono una forma morbida e fluente, come il movimento di una palla durante il gioco. Le curve danno una tridimensionalità plastica e serpeggiante mentre l’ultimo elemento diventa una gamba e si eleva verso l’alto. La palla è in cima, al culmine della scultura.…

ester crocetta premio prisco 2018 teatro marrucino

10.5.2018 – Premio Prisco 2018

Lunedì 14 maggio 2018, all’interno del prestigioso Premio PRISCO, verrà conferito un riconoscimento speciale dell’USSI Abruzzo(Unione Stampa Sportiva Italiana) alla giornalista Mila Cantagallo, premiata con una mia opera. E’ un avvenimento speciale per me che, come donna a una donna, mi fa provare una grande stima nei suoi confronti.    

ester crocetta premio prisco 2018 memorial davide astori games_13

27.4.2018 – Equilibri

In un gioco, come nella vita, le forze e gli equilibri si intrecciano, per trovare, per caso o per volere, consciamente o inconsciamente, la pienezza pura di una palla. I valori morali arricchiscono un percorso professionale, sportivo, umano. Nel tempo lo rendono qualitativamente alto. Davide Astori ha rappresentato tutto questo. GAMES_13 sarà il suo piccolo…

games13 work in progress Ester Crocetta

19.4.2018 – Dubbi

Saranno i troppo pieni o i troppo vuoti della vita a farci deviare? L’arte aiuterà il mondo a psicoanalizzarsi!Will they be too full or too empty of life to make us deviate? Art will help the world to psychoanalyze!

ester crocetta - lo sguardo

20.3.2018 – Lo sguardo

Cosa c’è in uno sguardo? Puro dualismo. Una simmetria di sfumature, lo specchio della destra con la sinistra. Geometria, luce, intensità ed esistenza. >What’s in a look? Pure dualism. A symmetry of nuances, the mirror of the right with the left. Geometry, light, intensity and existence.

07.03.2018 – Quantità

Mi accorgo che mentre dipingo tolgo più colore di quello che lascio. Non è uno spreco, non è una tecnica, è principalmente una scelta. Una densità di materia, una divisione di spazi e volumi non meditata, condizionata dagli impulsi del mio cervello. È un’anatomia di impulsi; una simulazione di terremoto su spettrometro. I realize that while I paint I remove more colour than I leave. It is not a waste, it is not a technique, it is mainly a choice. A density of matter, a division of spaces and volumes not meditated, conditioned by the impulses of my brain. It is an anatomy of impulses; an earthquake simulation on a spectrometer.

arancione - ester crocetta

01.02.2018 – Arancione

Ho fretta di vedere quell’arancione profondo. Devo però aspettare che l’olio asciughi; mischiandolo con una punta di colore scuro, forse riprendo alcuni dei pensieri e delle inquietudini di questo sguardo. I’m in a hurry to see that deep orange. But I have to wait for the oil to dry; mixing it with a dark-coloured tip, perhaps I recall some of the thoughts and uneasiness of this look.

cibo-sprecato-installazione-ester-crocetta

24.11.2017 – Cibo sprecato

Il mangiare è un’azione quotidiana, a volte scontata, ma nella realtà racconta di percezioni culturali, aspetti sociali e abitudini di vita. L’arte per me significa analizzare la quotidianità attraverso sensazioni, e il cibo è un buon percorso di analisi. Eating is a daily action, sometimes it’s taken for granted, but actually it tells a lot about cultural perceptions, social aspects, and lifestyle habits. Art means to me to analyze the daily life through sensations, and food is a good way to analyze.

ester crocetta LA NATURA DELLE COSE

30.07.2017 – La natura delle cose

L’opera intitolata “La natura delle cose” che volutamente richiama un famoso poema letterario, si identifica appunto nella natura di cui essa è circondata, fitta e stratiforme, messa atomo su atomo, foglia su foglia, giorno dopo giorno; interpretata da un animale “accessorio” dalle sembianze di un gallo.The work called “The Nature of Things” which aims at recalling a famous poem, is actually identified by its natural setting, dense and stratiform, atom placed upon atom, leaf upon leaf, day after day; interpreted by a token animal in the likeness of a cock or hen.